Specialisti Ambulatoriali

 

Gli specialisti ambulatoriali interni esercitano un’attività convenzionale operante in regime di parasubordinazione nell’ambito dell’organizzazione del SSN per il perseguimento delle finalità dello stesso SSN.
 
INQUADRAMENTO LAVORATIVO
II contratto di lavoro è definito a livello nazionale e contenuto nell' “Accordo collettivo nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici specialisti ambulatoriali, medici veterinari ed altre professionalità sanitarie ambulatoriali ai sensi dell’art. 8 del d.lgs. n. 502 del 1992 e successive modificazioni ed integrazioni” (acn)
Questo particolare tipo di rapporto nasce dalla legge del 23 dicembre 1978 (n.833), seguito poi dal decreto legislativo del 30 dicembre 1992 e successivamente contrattato dal Ministero della Salute e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con il Servizio Sanitario Nazionale.
Gli specialisti ambulatoriali vengono spesso definiti erroneamente “Sumaisti” in quanto Sumai è stato inizialmente l'unica sigla sindacale che li rappresentava ed è ancora oggi il sindacato maggiormente rappresentativo. Attualmente le sigle sindacali firmatarie dell’ACN sono: SUMAI, CISL MEDICI, FESPA, UIL FPL.
Il contratto di lavoro è di tipo orario e prevede un orario massimo di incarico di 38 ore settimanali. Le ore di incarico, in una sola branca specialistica, possono essere espletate con una o più Aziende della stessa Regione o di Aziende di altra Regione.
 
CARATTERISTICHE DEL RAPPORTO DI LAVORO
È frequente che gli specialisti lavorino in ambulatori e in strutture diverse nell'arco della stessa giornata o settimana, avendo ore che sono state richieste ed assegnate o in tempi successivi o con modifiche di orario.
 
Lo specialista ambulatoriale interno opera in sede ambulatoriale, in sede ospedaliera, presso AFT e UCCP, presso i consultori e gli istituti penitenziari, in assistenza programmata a soggetti nel domicilio personale, in assistenza nelle residenze protette, in assistenza domiciliare integrata, negli ambulatori dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta.
 
Attualmente, a Milano, gli specialisti ambulatoriali interni operano per la maggior parte nei Poliambulatori che afferiscono all’ASST Nord Milano, ma vi sono colleghi che lavorano in più ASST anche di provincie diverse, nei consultori, nelle carceri, nei SerT, nei CPS.
 
 
MODALITÀ DI ASSUNZIONE
Lo specialista che aspira a svolgere la propria attività come specialista ambulatoriale interno deve inoltrare domanda di inclusione in graduatoria entro e non oltre il 31 gennaio di ciascun anno, a mezzo di procedura telematica all’ ufficio del Comitato Zonale di riferimento.
 
La richiesta di ore di attività specialistica viene fatta dalle Aziende che la inviano al Comitato Zonale di riferimento e vengono pubblicate sul sito aziendale nei mesi di marzo, giugno, settembre e dicembre dal giorno 1 al giorno 15 dello stesso mese. 
 
Gli specialisti che aspirano all’incarico pubblicato devono comunicare, con lettera raccomandata A/R o posta elettronica certificata, durante il periodo di pubblicazione degli incarichi, la propria disponibilità al Comitato zonale. L’incarico verrà assegnato secondo un ordine di priorità definito nell’ACN.
 
Gli incarichi sono assegnati a tempo indeterminato, solo in casi eccezionali a tempo determinato.

Dott.ssa Cinzia Massafra
Consigliera OMCeOMI

Accordo Collettivo Nazionale 31 marzo 2020

Accordo Integrativo Regionale 8 febbraio 2021

Pubblicazione turni vacanti I° Trimestre 2021